Per andare dove dobbiamo andare per dove dobbiamo andare?

AGGIORNAMENTO:
scarica qui l’interrogazione presentata dal Movimento 5 Stelle sull’indennizzo corrisposto a Marcucci.

“Vogliamo che i policy maker abbiano ben presente che fra gli stakeholder dell’azienda ci sono anche i lavoratori. Come per ogni stakeholder che si rispetti i lavoratori hanno il dovere di tutelare la propria posizione e il reddito che ne deriva!”


Perchè nessuno si prende la responsabilità di dire dove sta andando Lazio Service? In questo post, per la prima volta, rendiamo pubbliche tutte le informazioni che ci sono arrivate, dando sfogo alle voci di corridoio!!

Ma lo sapete che è stato raggiunto un accordo economico per la buonuscita dell’amministratore unico Marcucci? A quanto pare basta appena per potercisi comprare un piccolo appartamento a Roma.

Quindi a breve avremo un nuovo amministratore! Ma chi sarà? Per l’incarico sembra che sia stata individuata la consueta figura del giovane professionista, dalla solida tradizione familiare, ben inserito nei giochi politici e già beneficiario di incarichi retribuiti dal Presidente Zingaretti. Il nome lo saprete presto, nei prossimi giorni sarà ufficializzata la nomina!

Che cosa dovrà fare il nuovo amministratore? Il suo incarico sarà quello di gestire la “nuova Lazio Service” che sta per nascere dalla incorporazione di Lait in Lazio Service, una transizione non semplicissima! Le due società hanno una struttura aziendale profondamente diversa e sono accomunate solo dal fatto di avere a disposizione fondi insufficienti nel bilancio triennale. Vedremo se questa operazione porterà reali risparmi di spesa.

Cosa rischiamo noi nella fusione con Lait? Rispetto alla prospettata fusione quelli che hanno più da perdere sono i nostri colleghi di Lait, loro a differenza nostra hanno un Sindacato, una RSU ed un accordo economico di secondo livello. Saranno estese anche a noi tali tutele oppure saranno i lavoratori Lait a dovervi rinunciare?

Ringraziamo i colleghi che hanno voluto condividere con noi queste informazioni, ci scusiamo per eventuali inesattezze e siamo sempre pronti a rettificarle.

Annunci

11 thoughts on “Per andare dove dobbiamo andare per dove dobbiamo andare?

  1. Facciamo due conti la Lazio Service per il triennio 2014/2016 ha stanziato in bilancio 47 milioni l’anno.Mentre la Lait per il 2014 ha una copertura di € 35.300.000, per il 2015 di € 41.300.000, per il 2016 di € 38.300.000.

    Visto che l’ipotesi di accorpamento sembra realistica ed imminente, oltre a tutto il personale Lait, saranno trasferite anche le risorse economiche? Ed eventualmente quest’ultime bastano a coprire le spese della “nuova” Lazio Service?

    Sappiamo un po’ tutti che per pagare gli stipendi sia di noi dipendenti Lazio Service che della Lait, la Regione Lazio sta facendo i salti mortali, tanto per………

  2. Marcucci ha rassegnato le dimissioni, ci ringrazia tutti per l’impegno profuso… Peccato non poter dire altrettanto! Adesso aspettiamo con ansia di sapere il nome del successore, anche se viste le anticipazioni di autorg un idea ce la siamo già fatta!!

    • I “policy maker” sono i potenti, ossia quelli che con le loro scelte determinano le condizioni in cui ci troviamo a vivere e a lavorare. Gli “stakeholder” sono tutti quelli che hanno interessi in ballo in una vicenda come può essere la vita di un’azienda.

      Tra gli stakeholder ci sono gli azionisti, i manager, i creditori, i clienti, i fornitori, ecc.ecc. ma sopratutto, almeno per quel che ci riguarda, ci sono i lavoratori…

      La frase vuole dire una cosa molto semplice ossia che noi lavoratori dobbiamo prendere coscienza che senza di noi i padroni e i potenti non hanno niente in mano, noi abbiamo il potere e la capacità di bloccarli e dobbiamo ricominciare a farlo se le loro scelte non tengono conto anche dei nostri interessi…

      • Questo è un vecchio articolo:

        Uir: Massimiliano Raffa presidente dei Giovani Imprenditore

        – L’assemblea del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma ha eletto Massimiliano Raffa nuovo presidente per il triennio 2007-2010. Il nuovo presidente nato a Genova nel 1971, sposato, laureato in Economia e Commercio e Master in Contabilita’ generale e Fiscalita’ d’azienda, afferma una nota, e’ amministratore delegato dell’azienda di famiglia Mida Consulting Srl.

      • era nella famosa commissione roma capitale di 50 saggi voluta da alemanno nel 2008

  3. Come esperienza specifica nel ruolo di amministratore di società, la carica di A.D. nell’azienda di famiglia sembra un po’ pochino!!

    Più interessante invece la carica di presidente della società Forma-Tec, una società che si occupa di formazione, per la quale ha recentemente ricevuto dalla Regione l’accredito.

    Interessanti anche i sui avvicinamenti alla politica, attraverso l’associazione “Italia Futura” di Luca Cordero di Montezemolo, che sostenne alle ultime elezioni il partito di Mario Monti “Scelta Civica”, pare che però quando gli è stato detto che sarebbe stato solo il settimo in lista ha deciso di fare le valigie e andarsene.

  4. Pingback: Ancora sulla fusione | AUTORGANIZZATI LAZIO SERVICE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...