Un carrozzone e due diligenze

Pubblichiamo anche sul nostro blog la lettera che è stata inviata ai dipendenti da Massimiliano Raffa, il nuovo amministratore unico di Lazio Service. L’iniziativa è sicuramente apprezzabile, come apprezzabile è l’intento di creare uno spazio di confronto fra i dipendenti e la società, ci auguriamo che il nuovo amministratore sappia valorizzare al meglio l’azienda e le tante persone che ci lavorano. Pubblichiamo inoltre alcuni documenti nei quali troviamo interessanti informazioni.

Cominciamo dalla determinazione dirigenziale  che ha stabilito l’ordine del giorno della seduta del consiglio di amministrazione, seduta nella quale è stato affidato l’incarico a Raffa. Nella determina è riportata una frase che già avevamo registrato ufficiosamente e che finalmente troviamo scritta su di un atto pubblico della Regione Lazio:

DATO ATTO altresì che la suddetta ridefinizione costituisce il presupposto per un programma più avanzato di razionalizzazione delle funzioni esternalizzate dalla regione, che potrà prevedere eventuali accorpamenti con altre società regionali, allo scopo di conseguire maggiore efficienza ed efficacia nello svolgimento delle attività istituzionali dell’ente.

Troviamo scritto inoltre che la buonuscita per Marcucci ammonta a 170.000€ (a fronte di una richiesta dello stesso Marcucci di 200.000€) e tale importo grava sulle scarse risorse già assegnate al Lazio Service per l’esercizio finanziario 2014.

Altre informazioni le troviamo nel decreto di nomina firmato da Zingaretti, nel quale troviamo scritto qual’è il compenso attribuito a Raffa (130.000€, un aumento di oltre 20.000€ rispetto a quanto veniva corrisposto a Marcucci). La nomina di Raffa è stata effettuata da Zingaretti sulla sola base della presentazione del curriculum, non risulta alcun altra candidatura ne alcun altro curriculum visionato, la procedura è conforme alla legge anche se secondo noi sarebbe stata auspicabile una selezione aperta a più candidati.

Veniamo infine alla lettera ai dipendenti scritta dal nuovo amministratore, nel merito registriamo positivamente la disponibilità espressa dal nuovo amministratore unico, per quanto certi accenti retorici non trovano riscontro nei fatti, come ad esempio dichiarare: “è mia intenzione proseguire il buon lavoro di spending review” e poi ottenere un aumento del 20% sulla propria retribuzione rispetto al vecchio amministratore, alla faccia della spending-review! Raffa comunque fa appello alla collaborazione di noi dipendenti, in particolare rispetto a quali azioni intraprendere per migliorare la performance aziendale, per parte nostra siamo sicuri che tra i dipendenti non mancano opinioni e suggerimenti al riguardo e nei prossimi giorni vogliamo attivare il nostro blog per raccogliere il contributo dei colleghi.

Rispetto alla frase sulla “due diligence”, che ha dato spunto per il titolo ironico dell’articolo, ci prendiamo noi il compito di spiegarne il significato: si tratta di un espressione inglese di origine latina (debita diligentia) che sta ad indicare “controllare con la debita attenzione la veridicità di un fatto, di un informazione”, nel nostro caso il valore e le condizioni di una azienda; crediamo che pur avendo ricevuto il suo incarico da pochi giorni Raffa si sia già reso conto che in fondo è quello che facciamo noi sul nostro blog: riportare tutte le informazioni disponibili, utili al dipendente per poter essere realmente informato dei fatti riguardano la vita della propria azienda.

Annunci

2 thoughts on “Un carrozzone e due diligenze

  1. Il carrozzone va avanti da sé, con le regine, i suoi fanti, i suoi re…
    Ridi buffone, per scaramanzia, così la morte va via
    Musica, gente, cantate che poi uno alla volta si scende anche noi…
    Sotto a chi tocca… in doppiopetto blu una mattina sei sceso anche tu!

  2. Solo un piccolo appunto: Ma la retribuzione dell’amministratore unico non era fissata per legge a 108.000 euro, onnicomprensiva e deliberata proprio a seguito di applicazione della tanto decantata spending review? Come al solito cambia tutto affinchè non cambi nulla, anzi si torna pure indietro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...